Le 8 Fasi per Fare il Caffè con la Moka in Modo Corretto

chicchi di caffè e caffè macinato
Miscela Romcaffè: “Bar”, “Romcaffè”, “Anniversario” o “EspressoBio”. Quale scegliere?
16 Dicembre 2019
romcaffè: come fare il caffè con la cuccuma o caffettiera napoletana
Fare il Caffè con la Cuccuma a Casa: 13 Fasi + 1 Consiglio Finale
24 Aprile 2020
torna al blog

Le 8 Fasi per Fare il Caffè con la Moka in Modo Corretto

moka caffè

Espresso. Certo, buonissimo il Caffè Espresso, ma una volta mia nonna “faceva la Moka”. Chissà se mi ricordo come fare il Caffè con la Moka?!

Quando siamo in casa non sempre riusciamo a estrarci un espresso. Possiamo allora ricorrere a quell’oggetto nascosto in qualche angolo della dispensa, oggetto che sta tornando prepotentemente di moda: la Moka.

Subito un piccolo chiarimento: la bevanda estratta dal caffè prende il nome del sistema di estrazione che è stato utilizzato. Quindi, ad esempio:

  • se utilizzo la Moka, berrò una Moka;
  • se utilizzo una cuccuma, berrò una cuccuma;
  • se utilizzo la macchina espresso, berrò un espresso;

… e così via.

Come usare la Moka in modo corretto?

Entriamo subito nel merito della questione, senza ulteriori indugi. Per fare il Caffè con la Moka nella giusta maniera devi sempre tenere a ben in mente 8 fasi fondamentali:

  • FASE 1 – Prendi la base della caldaia della Moka, mettila sopra la bilancia e versa l’acqua fino a metà della valvola
  • FASE 2 – Controlla il peso e calcola quanto caffè utilizzare considerando che per ogni 100 grammi di acqua dovrai mettere:
    • 10 grammi di caffè per ottenere un aroma leggero
    • 11/12 grammi di caffè per ottenere un aroma bilanciato
    • 13/14 grammi di caffè per ottenere un aroma forte

Esempio: 200 grammi d’acqua + 26 grammi di caffè = aroma intenso, corpo alto.

  • FASE 3 – Metti il caffè nel filtro scuotendolo un po’ per distribuirlo in tutto il filtro. Mi raccomando, NON PRESSARLO e NON FARE “MONTAGNETTE” perché otterresti l’effetto di aggiungere un gusto amaro e una sensazione di astringenza
  • FASE 4 – Ricomponi la Moka, chiudila e mettila sul fuoco abbastanza alto (preferibilmente con il coperchio aperto)
  • FASE 5 –  All’uscita delle prime gocce abbassa la fiamma
  • FASE 6 – Quando il liquido è arrivato a metà della parte superiore spegni il fuoco e lascia terminare il processo
  • FASE 7 – Mischia bene prima di versare. (versalo direttamente nella tazzina se vuoi un caffè molto caldo, altrimenti passalo prima in un altro contenitore se vuoi abbassare un po’ la temperatura di servizio)
  • FASE 8 – Prima di berlo avvicina la tazza al naso per respirarne profondamente l’aroma. Attiverai così il tuo apparato sensoriale per goderti appieno la tua ottima Moka! (Se poi ti interessa avere qualche dritta per imparare come assaggiare il caffè in modo corretto, ne ho parlato in questo articolo)

>> Ma quando è dove nasce la Moka? <<

2 Consigli Preziosi per Preparare il Caffè con la Moka

Usa Caffè in Grani
Il primo consiglio che ti do è quello di utilizzare il Caffè in Grani e macinarlo.
In mancanza del macinino puoi optare per il Romcaffè “Classico Moka” o il Romcaffè “Aroma Espresso”  (entrambi della Linea Casa Romcaffè) se desideri aumentare la forza e l’intensità del tuo caffè a parità di quantità.

Fai Attenzione alla Tua Salute
Il mio secondo consiglio è quello a cui tengo di più: presta attenzione alla Tua Salute.
Quando compri la Moka ricordati che il materiale di cui è composta è molto importante:

  • se scegli una Moka in Acciaio evita quelle a basso costo e orientati verso quelle in acciaio inox 18/10 che non rilasciano componenti metalliche e sono facili da pulire
  • se scegli una Moka di Alluminio, anche qui, fai attenzione al prezzo e considera che durante l’estrazione viene rilasciato un po’ di alluminio nella Moka, anche se in quantità al di sotto della soglia di pericolo
  • la pulizia poi è sempre fondamentale. Pulisci bene la Moka senza spugne abrasive, possibilmente utilizzando appositi detergenti ed evitando di lasciare bagnata la Moka in Alluminio.

Lascia un commento