Come diventare un Barista Professionale

preparare un cappuccino perfetto
Come preparare un Cappuccino Perfetto – Emulsione del Latte
12 giugno 2019
torna al blog

Come diventare un Barista Professionale

Romcaffè: come diventare barista professionista

Anzitutto capiamo bene chi è il barista professionale e perché si differenzia dal semplice “premitore di bottone”.

Il “premitore di bottone”
È colui al quale è stato detto “fai così come faccio io, metti un po’ di caffè, lo pressi con questo o con quello, sbatti e premi, sbatti e premi, ma se non hai tempo vai una volta sola, poi diretto alla macchina, prendi le tazze e premi questo: tutto chiaro?
Poi quando abbiamo tempo ti insegno anche il cappuccino, ma quello te lo devi meritare…”.

Il Barista Professionale
È in grado di preparare le bevande in modo corretto, conosce la filiera del caffè e sa interagisce con il cliente nella maniera giusta. Perciò come tutti i mestieri (mestieri, non lavori!) ha bisogno principalmente di 2 cose:
– Formazione
– Esperienza

Formazione ed Esperienza di un Barista Professionale
La formazione si può trovarla nelle decine di corsi, privati o meno, pubblicizzati in giro, nei social, o con il passaparola. Oppure provare a chiedere alle aziende torrefattrici o fornitrici di attrezzature.

Ovviamente c’è formazione e formazione! Quella gratuita spesso non prepara a sufficienza per intraprendere la carriera di barista, ma ti aiuta comunque a capire in quale affascinante mondo stai per entrare.

Corsi di Formazione SCA
Un percorso di formazione professionalizzante SCA (Specialty Coffee Association), invece, con un investimento di poche centinaia di euro, ti consente di avere basi solide su cui costruire una carriera rilasciandoti anche un Certificato SCA Riconosciuto a Livello Internazionale.

Vuoi diventare un Barista Professionista? Ti do un consiglio…
Il mio consiglio è iniziare con un Corso di Assaggio così da poter riconoscere la basi sensoriali di un caffè e imparare a utilizzare le parole adatte nel descriverlo. Poi passa alla tecnica di base del barista: espresso e cappuccino, affrontando anche tematiche fondamentali come macinatura del caffè, pulizia della postazione di lavoro e utilizzo appropriato delle attrezzature per diventare un barista capace di offrire un prodotto ottimo e professionale.

>> Scopri la giusta Procedura di Lavoro per Preparare l’Espresso Perfetto <<

Come accumulare Esperienza da Barista?
Fin qui ti ho parlato delle basi. Il passo successivo è diventare veloce nell’esecuzione. Qui subentra l’esperienza.
Il mio consiglio è di cercare esercizi commerciali che permettano di fare esperienza, di mettere in pratica le conoscenze acquisite e affinare la tecnica: il famoso apprendistato, o periodo di prova, o tirocinio. Bisogna tornare a dare valore a queste forme di lavoro. Essere chiari fin da subito ipotizzando e pianificando un serio percorso di crescita, magari sfruttando i periodi di lavoro più tranquilli.

Alcuni Suggerimenti Pratici
– All’inizio conta più l’esperienza dei soldi;
– Cerca un rapporto meritocratico, con obiettivi e tempi;
– Il barista non fa soltanto caffè e cappuccini: passa anche la scopa e lo straccio e riempie i frigoriferi;
– Sii educato e sorridente.

Qual è il passo successivo?
Hai una serie di opzioni tra cui scegliere in virtù di quello che senti più vicino al tuo mondo e più adatto alle tue corde. Quindi potresti:
– Continuare con il Percorso di Formazione SCA per diventare un barista professionista a tutto tondo;
– Specializzarti nella Latte Art;
– Specializzarti in sistemi alternativi all’espresso come Brewing o Caffè Filtro;
– Specializzarti nella preparazione di Cocktail a base di Caffè;
– Intraprendere la strada delle Competizioni (competitor o giudice);
– Considerare la carriera di Operation Manager o Bar Manager.

Come hai detto? il Mercato del Barista è saturo?
Allora sappi che soltanto nell’ultima settimana ho ricevuto ben 3 richieste del tipo “hai un barista formato da mandarmi?”.

Dunque, rimboccati le maniche e buono studio e buon lavoro!

Lascia un commento