Bere Caffè Espresso: quanto incidono forma e colore della tazzina?

caffè espresso al vetro
Bere il Caffè Espresso “al Vetro”. Cosa cambia rispetto alla Tazzina in Ceramica?
7 Giugno 2021
latte nel bicchiere e nella caraffa di vetro
Come Scegliere il Latte Migliore per il Tuo Bar
22 Giugno 2021
torna al blog

Bere Caffè Espresso: quanto incidono forma e colore della tazzina?

tazzina da caffè espresso con forme e colori diversi

Prendi una tazzina per il caffè! Si fa presto a dire “tazzina”, ma quale tazzina? Vanno tutte bene? Sono tutte uguali? Forse sì, forse no. Vediamolo insieme.

Tazzine da Caffè: caratteristiche

A prescindere dal materiale, le tazzine differiscono per 3 aspetti fondamentali:

  • per colore
  • per forma
  • e per spessore del bordo

Ma come incidono le caratteristiche fisiche della tazzina sul risultato finale?
È soltanto una questione estetica o c’è qualcosa di più?

La parte interna della Tazzina da Caffè

Non è un aspetto banale sottolineare che molte tazzine hanno la parte interna a forma ovale.

Perché proprio una forma ovale?
Durante l’estrazione l’espresso fa un bel tuffo da una decina di centimetri circa e la forma ovale della tazzina consente di accoglierlo in modo morbido, attutendo l’impatto al fine di preservarne la crema.

Ciò non sarebbe possibile se il fondo della tazzina fosse piatto. È come immaginare di fare un salto di 3 metri: con un comodo scivolo ad attutire la caduta sicuramente non rischieremmo di farci del male.

Il bordo della Tazzina da Caffè

Proseguendo verso l’esterno della tazzina troviamo il suo bordo. Qui il dibattito nei bar si fa serrato: meglio un bordo erto oppure un bordo fino?

Mentre beviamo un espresso, nel momento in cui appoggiamo il bordo della tazzina sulle labbra mandiamo inconsciamente dei segnali al cervello e stimoliamo dei ricordi.

Senza dubbio un bordo erto e arrotondato ci preparerà a sensazioni più rotonde, corpose, morbide. Viceversa un bordo molto fino rimanderà a sensazioni più strette, più chiuse, più spigolose.

La parte esterna della Tazzina da Caffè

La parte esterna della tazzina è la prima caratteristica fisica che condiziona le nostre sensazioni. Forma e colore incidono profondamente sulla nostra percezione sensoriale.

Il colore della Tazzina da Caffè

I colori fanno scattare nella mente ricordi precisi. Questi ricordi preparano di conseguenza il corpo a sensazioni altrettanto precise legate proprio ai colori, sensazioni maturate nel passato durante la varie esperienze di vita.

Facciamo alcuni esempi:

  • il rosso
    rimanda a un espresso più corposo, più intenso, forse anche più caldo
  • il giallo
    è legato all’acidità, alla freschezza, sicuramente meno al corpo
  • il celeste
    richiama un liquido più freddo, più salato
  • il rosa e il bianco
    sono associati al dolce

Sembrerebbe quindi fin troppo facile scegliere il colore. In realtà non è così semplice.

Il condizionamento del cervello è infatti legato all’attesa, all’aspettativa che ha di trovare nel liquido le sensazioni che il colore gli ha stimolato. Quindi non avrebbe senso servire un caffè acido in una tazzina rossa per cercare di renderlo più corposo, oppure utilizzare una tazzina rosa per esaltare la dolcezza di un caffè dall’acidità intensa.

Il colore esterno della tazzina deve esaltare il profilo aromatico del caffè che si usa e non cercare piuttosto di compensarlo, altrimenti i sensi di chi lo beve vanno in confusione, a discapito della ricchezza del sapore e del gusto.

Prima di scegliere la tipologia di tazzina da utilizzare nel tuo bar devi perciò conoscere molto bene il profilo aromatico del caffè che andrai a servire al bancone.

E se il colore della tazzina fosse scuro? Nero o blu scuro?
Sono certamente colori eleganti e molto cool, ma quali sensazioni stimolerebbero? Azzardo nel dire che probabilmente rimanderebbero a un caffè più amaro e più freddo.

E la forma della tazzina?
Beh, per rispondere e capire meglio non ti resta che giocare con le forme e con i colori, un po’ come facevamo da bambini.

Lascia un commento