8 modi alternativi ed ecocompatibili per usare e riciclare il caffè

#RomcaffèQuiz: Arabica e Robusta, le specie di caffè più coltivate al mondo.
4 maggio 2018
torna al blog

8 modi alternativi ed ecocompatibili per usare e riciclare il caffè

caffè macinato e chicchi di caffè

In Italia e nel Mondo, il caffè è sicuramente un elemento centrale nella vita di milioni di persone. Che sia al mattino prima di iniziare la giornata, dopo i pasti principali o semplicemente come occasione per prendersi una pausa, il caffè occupa un posto d’onore nella nostra quotidianità.

Può essere preparato e consumato in svariate maniere e ogni cultura, in luoghi e tempi diversi, ha proposto le sue variabili per degustarlo nel migliore dei modi e apprezzarne appieno l’essenza.

Esistono però modi alternativi di utilizzare il caffè. Scopriamone alcuni!

Il caffè per combattere i cattivi odori
Il caffè, con il suo aroma intenso e piacevole, è un ottimo alleato nella lotta agli odori sgradevoli.

1 – Deodorante per il frigorifero
Puoi mettere in un piccolo contenitore alcuni cucchiaini di caffè in polvere (o fondi di caffè) per assorbire in breve tempo odori fastidiosi e pungenti come, ad esempio, quello delle uova o del pesce crudo.

2 – Deodorante per l’auto e per la casa
Lo stesso principio può essere utilizzato per neutralizzare l’odore di fumo nell’automobile o per deodorare le stanze di casa: basterà immergere un po’ di fondi di caffè in un piccolo contenitore di vetro (va bene anche una bottiglia) con dell’acqua fredda, mescolare e lasciar riposare il tutto in un ambiente fresco e asciutto. Dopo circa una settimana il contenitore con dentro la soluzione potrà essere utilizzato come “dispensatore” di una fragranza al caffè, per eliminare l’odore di fumo, di chiuso o di muffa.

3 – Deodorante per le mani
Strofinarsi le mani con un po’ di fondi di caffè prima di passarle sotto l’acqua aiuta a mandar via l’odore di cibi come aglio o cipolle.

Il caffè come rimedio eco-friendly per chi ha il pollice verde
4 – Contro gli insetti e i parassiti
Se hai la passione del giardinaggio o dell’orto fai da te, spargere e lasciar asciugare fondi di caffè intorno alle tue piante scoraggerà lumache e formiche dai loro intenti distruttivi.

Se invece vuoi liberare il tuo cane dalle fastidiosi pulci che lo affliggono, sappi che il caffè è un perfetto repellente naturale: dopo il bagno, strofinargli addosso una manciata di fondi di caffè e, una volta che il pelo sarà asciutto, dagli una bella spazzolata. L’odore del caffè risulterà insopportabile per le pulci.

5 – Come fertilizzante naturale
I fondi di caffè sono carichi di sostanze nutritive. Ciò li rende l’ingrediente ideale per arricchire il tuo compost casalingo o il terriccio da utilizzare come fertilizzante. Il caffè a contatto con la terra rilascerà azoto, rendendo il suolo particolarmente adatto a far crescere piante che prediligono terreni piuttosto acidi (ideale, ad esempio, per nutrire le rose).

Nello specifico i fondi di caffè si dimostrano straordinariamente utili nella coltivazione dei funghi, come ben sa l’azienda californiana Back To The Roots che, on line, vende kit per l’autoproduzione casalinga di funghi.

Il caffè come conservante naturale
6 – Caffè, Zucchero e Sale
Per conservare più allungo sale e zucchero, evitandone il deterioramento a causa della troppa umidità, è sufficiente aggiungere nella saliera o zuccheriera alcuni chicchi di caffè che assorbiranno tutta l’umidità.

Il caffè come materiale per il design green
7 – Re-Worked: “çurface”
Il caffè si dimostra una preziosa risorsa anche in modi decisamenti sorprendenti. La Re-Worked, azienda londinese fondata da un gruppo di designer e ingegneri, molto attenta allo sviluppo di tecnologie green, ha trovato modo davvero originale e innovativo per utilizzare – e quindi riciclare – i fondi di caffè dei bar britannici e dei distributori automatici della città. Mescolandoli con scarti di plastica (anche questi riciclati) hanno creato un nuovo materiale denominato “çurface” (neologismo nato dalla fusione tra le parole Coffee e Surface) che utilizzano per costruire tavoli, sedie e pezzi di arredamento. I mobili oltre a essere ecologici, emanano anche un piacevole aroma di caffè.

8 – Raùl Laurì: “Decafé”
Un riutilizzo simile dei fondi di caffè è proposto anche dal designer spagnolo Raùl Laurì che, con il suo progetto Decafé, realizza lampade e ciotole 100% biodegradabili. Un’invenzione che è valsa al creativo di Ibi (Alicante) il primo premio al Salone Satellite Award 2012 di Milano.

Lascia un commento